Sistema di Visione Industriale con “autofocus” o “sistema a focus fisso”? Questa è una delle domande che ci viene richiesta più di frequente durante lo studio di un’applicazione con il cliente.  

Al giorno d’oggi il mondo delle ottiche legato alla visione Industriale, è davvero molto vasto. Questo accessorio rappresenta un componente fondamentale del sistema, infatti senza l’ottica corretta non saremo in grado di svolgere il controllo.

Oltre alle diverse lunghezze focali disponibili sul mercato (zoom), in termini di focus esistono due grandi categorie: sistemi a focus manuale o sistemi autofocus. A seconda della scelta cambieranno gli hardware e ovviamente la gestione dell’applicazione. I due sistemi presentano ognuno pro e contro e la scelta dipende dalle caratteristiche dell’applicazione che si vuole sviluppare.

SISTEMI AUTOFOCUS

Ad oggi la tecnologia è in grado di fornirci dei moduli autofocus molto flessibili, compatti e rapidi perciò rappresenta un’ottima soluzione nel caso avessimo necessità di modificare la distanza di lavoro.

Questa distanza viene misurata dal fronte ottico del nostro sistema di visione fino al fronte superiore dell’oggetto da ispezionare. Possiamo avere delle variazioni se cambia l’altezza dell’oggetto o se si modifica la posizione del sensore.

In questo caso per ottenere un’immagine nitida, dovremmo per forza scegliere un sistema autofocus. 

SISTEMI A FOCUS FISSO

I sistemi a focus fisso sono utilizzati nelle applicazioni in cui abbiamo una distanza di lavoro fissa. Una volta che il sistema viene messo a punto non avrà bisogno di ulteriori regolazioni e sarà in grado di lavorare con un ottima precisione.

Nella categorie di ottiche a focus fisso troviamo le ottiche passo C, che di fatto sono un vero e proprio obiettivo fotografico. Caratterizzate da un focus a ghiera manuale, ci permettono di regolare il tempo di esposizione e grazie alle lenti in vetro di alta qualità si ottengono immagini più nitide rispetto a quelle ottenibili con le ottiche standard per i sistemi di visione.

Inoltre rappresenta un sistema più semplice, in quanto non avendo il modulo autofocus ha un componente in meno che potrebbe danneggiarsi.

CONCLUSIONI

Perciò, per determinare il sistema più adeguato dovremo rispondere alle seguenti domande:

               1 Nella mia applicazione ho una distanza di lavoro variabile o fissa? Devo movimentare il sistema di visione ?

               2 Quanto è importante la qualità di immagine e la precisione nel mio sistema?

 

Una volta chiariti questi punti interrogativi sarà possibile orientare l’applicazione in una o nell’altra direzione. Il nostro compito come Azzali è quello di supportare il cliente in tutte queste scelte in modo da definire il miglior sistema possibile in termini qualità e prestazioni.

RICHIESTA SPECIFICA O MAGGIORI INFORMAZIONI ?









Inviando la richiesta accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 (di seguito “Codice Privacy”) e dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito GDPR 2016/679).

Condividi sui social!